Portare la rete WiFi in tutta la casa

Può talvolta capitare di avere la necessità di portare la rete WiFi in tutta la casa. Tuttavia un solo router wireless (in genere quello del gestore del servizio) non risulta quasi mai sufficiente a raggiungere tutti i locali della propria abitazione. In altre parole manca copertura.

La soluzione immediata, in questi casi, è offerta dalla disponibilità sul mercato di numerosi wireless repeater (chiamati anche range extender) che permettono di coprire una più vasta zona della casa “ripetendo”, appunto, il segnale del router wireless. Lo schema di funzionamento è più o meno rappresentabile con la seguente figura:

Wireless repeater / Range extender

L’unico vincolo di questa soluzione riguarda la collocazione. Il wireless repeater deve infatti essere collocato in una posizione intermedia o comunque in un posto dove egli possa captare un segnale di sufficiente potenza per poterlo “rilanciare” in una zona più lontana. Non sempre ciò è possibile e comunque non sempre è necessario garantire “continuità” alla copertura del segnale.

Si ipotizzi infatti che si voglia coprire con il segnale WiFi una stanza molto lontana della casa che non è raggiunta dal segnale originale. Ovvero che non si voglia raggiungere questa stanza mediante uno o più wireless repeater “a catena”. In tal caso è possibile utilizzare un semplice access point configurando la rete WiFi esattamente come quella già configurata sul wireless router dell’operatore. Sarà poi necessario collegare i due dispositivi in modo che l’access point si colleghi alla rete locale e, tramite questa, possa uscire pure in Internet. Per fare ciò la cosa più semplice è dotarsi di un access point powerline che possa, attraverso la rete elettrica, raggiungere il wireless router. Lo schema di funzionamento è più o meno rappresentabile con la seguente figura:

Access point e powerline

Soluzioni di access point powerline come il ZyXEL PLA-4231 rappresentano la più veloce soluzione per casi di questo tipo (considerando di dover pure collegare il wireless router ad un adattatore powerline). Eventualmente, nel caso di una casa cablata, si potrà semplicemente utilizzare uno switch come rappresentato nella figura che segue:

Switch

Cosa molto importante rimane la configurazione, in questo caso, della rete wireless sull’access point, che dovrà essere impostata esattamente come quella sul wireless router. Nel caso di “spostamento” da un locale all’altro, il computer/tablet/telefono si accorgerà della rete (che avrà medesimo nome SSID, medesima password e un segnale più robusto) e si collegherà senza alcun problema garantendo la continuità del servizio.

L’esempio che segue mostra i livelli di segnale della rete con SSID WEAPX in due stanze diverse di un appartamento dove sono presenti due dispositivi wireless diversi configurati alla stessa maniera (un router wireless in colore rosso e un access point in colore verde): spostandosi da un locale all’altro il dispositivo connesso si aggancerà al segnale che valuta più robusto.

WiFi switch

Un pensiero su “Portare la rete WiFi in tutta la casa

  1. Buonasera, non riesco a far collegare il mio TP LINK Extender “tl-wa850re” alla Vodafone Station Revolution. Avete qualche soluzione?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *